7 aprile

7 aprilesi! va bene

mi sono presa ben 4 giorni di vacanze pasquali e non ti ho tenuto aggiornato,

che tanto poi eravamo assieme; ci siamo tagliati fuori dal mondo alla ricerca di salite e sguardi da catturare, abbiamo con ansia atteso di poter ricominciare a mangiare il cioccolato e poi ci siamo lamentati del mal di pancia, non ci siamo regalati una vasca da bagno dai cui rubinetti esce cioccolato fuso (come solo certi milionari inglesi sanno fare), ma ci siamo gustati una birra con un senso di euforia negli occhi e ci siamo goduti gli abbracci delle montagne e di noi, insomma una pausa meritata, goduriosa e fin troppo corta.

PERO’, in uno di quei momenti in cui il richiamo verso il senso di dovere ti ha fatto sedere alla scrivania e ti ha fatto piegare la tesa sui tuoi appunti, io ho parlato con un personaggio interessante, che mi ha dato un punto di vista spaventosa su ciò che si legge continuamente sui giornali: mi ha raccontato il punto di vista di uno storico che sa cosa è successo e che teme quello che sta per succedere.

Mi ha raccontato di come le guerre mondiali siano già state 3 e di come ogni guerra sia stata preceduta da una grande crisi, una grande rivoluzione per poi sfociare nella grande tragedia (forse mi sto dimenticando un’altra “grande cosa” ma se me le ricordassi tutte senza aver preso appunti probabilmente ora sarei professoressa di qualcosa). Insomma mi ha dipinto la situazione attuale come il preludio ad un’alta grande guerra che ora come ora è in bilico, che può ancora essere evitatata, ma ancora non si sa come, che finchè non rispondiamo a tutti questi attacchi di guerre siamo relativamente salvi ma che quando ci scapperà una sberla… allora sarà l’ennesimo terribile inizio.

Insomma non una chiacchierata ottimista e felice che possa reintrodurre al concetto di rinascita pasquale o primaverile, ma se non altro mi è stato dato qualcosa in più a cui pensare quando non so a cosa pensare… male male dire, avrei preferito pensare a come costruire una casa con 12.000 bottiglie di champagne piuttosto che sapere certe cose, ma infondo meglio restare aggiornati anche se poi non ne parlo spesso, giusto?

Comunque mentre qui e li si parla si pensa o si evita di pensare alla guerra, la Grecia, forse stufa delle continue richieste dell’Europa… e della Germania dei piani per risanare i debiti, ha deciso di presentare un conto dei crimini di guerra che ha dovuto subire da barte della Germania, debiti molto “divertenti”, di 9 miliardi superiori a quelli che la Grecia avrebbe con L’EU, insomma ha cercato di zittire un po la Merkel, ma senza riuscirsi purtroppo per Tsipras ed ecco dunque che ricominciano a fissare scadenze che per starci dietro la Grecia dovrebbe pensare di fare un’offerta all’asta della collezione di 5800 swatch che vengono messi all’asta ad Hong Kong e avere così anche l’ansia da ticchettio oltre al fiato sul collo della Merkel.

Vabbè insomma come al solito le notizie che si trovano in giro sono monotone parlano di guerra, del volo della germanwings (oggi scoop clamoroso hanno mostrato la faccia del capitano coraggioso che ha cercato di fermare il copilota assassino…), o di debiti; ma io per te andrò avanti nella ricerca di quelle notizie che possano darti qualcosa in più, da un sorriso ad una rughetta vicino agli occhi, ad un capello bianco.

 

Ora però ti saluto per non diventare prolissa o mielosa.

a dopo.

ciao Signore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...