26 marzo

26 marzoeccoci qua

in ritardo

perchè stamattina, spinta dai sensi di colpa e da una certa pesantezza che si sta impossessando del mio esile corpicino, mi sono dedicata allo sport.. questo sconosciuto!

detto questo

tu sei in punizione

e quindi non ti meriteresti questa mia rassegna stampa, ma visto che ci ho preso gusto anche io, ti scrivo, ma tu non potrai leggere a meno che tu non sia in ginocchio sui ceci…crudi.

Bene, cosa è successo oggi, ieri, l’altro ieri, mentre tu lavoravi e io correvo in giro come al solito?

Gli articoli sul volo della Germanwings continuano con congetture e idee varie, senza avere bene capito cosa sia successo, anche se sembra che una novità sia saltata fuori, infatti dicono che sia stato il copilota tedesco, che, dopo aver chiuso fuori dalla cabina di pilotaggio il pilota, abbia deciso di schiantarsi; ovviamente non hanno ritrovato la scatola nera della sua testa e dunque non si sa il motivo del gesto; i PM escludono un atto terroristico anche se ad un certo punto è saltata fuori una sua pagina Facebook dove lo inneggiavano ad eroe dell’isis, pagina che è stata poi prontamente cancellata, o che invece è stata solo sognata, ma che insinua qualche dubbio sul perchè abbia fatto questo gesto. La questione terrorismo però ormai è all’ordine del giorno, l’italia sta tentando di scrivere delle leggi a riguardo, leggi conteneti norme che prevedono un controllo dei computer personalizzati (norma poi fortunatamente stralciata), o norme chiamate “anti Greta e Vanessa” che prevede la responsabilità individuale per chi decidesse di non ascoltare la farnesina e decidesse di partire comunque… insomma ti dovrai dimenticare di me se dovessi decidere di partire alla ricerca dei luoghi delle mille e una notte, nessuno pagherà un riscatto per riportarmi indietro. La legge prevede altre norme che cercano di regolare e forse fermare l’arrivo di clandestini sulle nostre coste, ma tutto questo è ancora un sogno scritto nero su bianco che nessuno riesce a far partire per mancanza di fondi… a me questa questione risulta strana, da un lato perchè si sta perdendo tempo dietro ad una legge anzichè (come dicono i poliziotti che hanno manifestato domenica scorsa) formare un corpo di polizia pronto e reattivo a  quel che potrebbe succedere, dall’altro perchè vista la questione, non può essere un problema solo di fondi, certe norme possono essere attuate indipendentemente dai soldi che si possono impiegare, ad esempio quella sulla patria potestà o la norma Greta e Vanessa…. come al solito io mi perdo nelle questioni politiche ed economiche, riferisco e poi nel caso tu mi spieghi.

Finita la spatafiata poco allegra, parliamo di altro, primo fra tutti parliamo della mostra, che sicuramente ti trascinerò a vedere, a Pavia dal momento che abbiamo lasciato riposare per troppo tempo le nostre menti e i nostri occhi e non sapremmo più riconoscere un Degas da un Picasso; e proprio per noi è stata organizzata la mostra alle scuderie del castello visconteo di Pavia “Da Degas a Picasso” dove oltre a questi due artisti ci saranno altri mille mila (60) opere di svariati e svenevoli pittori, io mi sto già preparando la lezione, la mostra chiude il 19 luglio, io sarò pronta per il 18 luglio.. ho già avvisato lady Phillips che ci sta aspettando

Lady Phillips 1909

(lady Phillips che ci aspetta)

Ecco

quindi, poi, cos’altro ti voglio raccontare… ah si dopo il cinese ci toccherà imparare l’indiano poichè sembra che Pinifarina stia parlando con l’indiana Mahindra & Mahindra… così per sport, sembra infatti che alle prossime olimpiadi la firma ci cessione delle azioni a stranieri diventerà uno dei nuovi sport a cui poter partecipare, chissà quante medagli! I cinesi saputa la notizia ci sono rimasti male e dopo essersi comprati i pneumatici per le macchine, sono rimasti senza macchina da metterci sopra e hanno quindi deciso di usare una stampante 3D per stamparsene una per ripicca, e ci sono riusciti talmente bene che stanno pensando di importare il business delle stampanti di macchine in tutto il mondo, questa che hanno costruito è elettrica, gialla, a due posti e non supera i 40 km/h, chissà se al principe di Svezia Carlo Filippo regaleranno una macchina stampata per le sue nozze con la modella un po’ porno Sofia…  se fai il bravo al compleanno te ne stampo una… di macchina… non di modella Sofia.

bene

detto questo torno al lavoro per quelle persone piccole che stampano macchine gialle…

muah

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...