23 marzo

23 marzoBuongiorno signore… o buona sera

chissà quando sbircerai sul cellulare per controllare se oggi ti ho scritto

chissà quando le signorine dell’ufficio ti faranno tornare il albergo… chissà quando mi manderai un messaggio così, perchè ne avevi voglia.

vabbè insomma… tu al lavoro, io a casa che risistemo le idee e metto in ordine ciò che è successo in fiera settimana scorsa, (forse il mal di testa è colpa del disordine in testa o forse perchè abbiamo dormito troppo) fatto sta che mentre dormivamo questo week end, ne sono successe di tutti i colori, omicidi, incidenti, funerali… funerali come quello di Riccardo III in ritardo di 530 anni (“un cavallo… il mio regno per un cavallo”… hai presente?); Pur di rendere interessante questa mail dei poliziotti si sono anche messi a fare i lavavetri ai semafori e poi invece di chiedere una monetina, hanno distribuito una cartolina che spiega come le forze dell’ordine si sentano impotenti davanti alla minaccia del terrorismo e chiedono, implorano quasi (visto che pur di protestare si sono messi a fare un’azione condannata dalla legge) pur di avere una preparazione adeguata; se loro si sentono inadeguati figuriamoci i cittadini, forse questa notizia è difficile da trovare sui giornali per non spaventare la gente, ma dovrebbe avere più risonanza… a mio avviso… che sappiamo essere molto molto importante (il mio avviso).

Quindi, mentre i poliziotti non sanno bene da che parte girarsi per stare attenti agli attentati, Vanessa e Greta, le due ragazze catturare dall’isis e poi liberate successivamente grazie a nondicocosaperchèancoranonsobenecosapensarediquestastoriaenonvorreidirecosedicuipotreipentirmi, insomma, le due ragazze tornano in Siria perchè vogliono continuare il loro “lavoro” di volontarie… le ammiro? le disdegno? ma sai che non lo so?! non le capisco, forse ammiro questa loro dedizione a questa causa, questo voler continuare ad aiutare indipendentemente da tutto, ma allo stesso tempo ciò che hanno raccontato su di loro (anche se bugie) mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca e quindi niente.. tornano in Siria, prendiamolo come dato di fatto e vediamo che succede.

Mentre loro vogliono tornare in Siria, a causa di una guerra, sembra che Putin, in favore di un’altra guerrra, stia costruendo una via di mezzo tra una navicella spaziale e una manta (quelle che stanno sott’acqua) che gli servirà per volare molto velocemente e trasportae 400 carroarmati, dove… non so… ma sinceramente spero all’inferno.

E quindi niente,

il mondo è ancora in guerra e questo week end, che i vari personaggi dai brutti pensieri avrebbero dovuto prendersi di riposo come abbiamo fatto noi, non è servito a niente, forse è servito a Pisapia che ha riposato troppo e ha deciso che non vuole più ricandidarsi come sindaco di Milano, non male!

Per chiudere ti vorrei raccontare, azni mostrare, queste immagini di una visione di una nuova città egiziana che dovrà far rabbrividire Dubai in quanto a palazzi ed estensione: 700 metri quadri per 7.000.000 di persone (spero di aver contato giusti gli zeri).

Cairo-by-SOM_dezeen_784_4

e ti vorrei invece far sognare con le immagini di questo albergo temporaneo creato per un concorso di airbnb (concorso scaduto non possiamo partecipare)

airbnbVertigo_feeldesain_01airbnbVertigo_feeldesain_07

ora torno a mettere in ordine i miei pensieri.

cià

a dopo

p.s.

Bertrand ha chiamato, ti saluta e dice che adesso si riposa un po’ in Myanmar prima di ripartire per la quinta tappa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...